Museo di Belle Arti San Pio V a Valencia è uno dei musei pittorici più importanti del paese.

In prossimità del vecchio letto del fiume Turia e dei vasti giardini Jardines del Real ,  svetta un imponente edificio in stile barocco, fiancheggiato da due robuste torri, che oggi ospita il Museo di Belle Arti San Pio V (Museo de Bellas Artes San Pio V), uno dei musei pittorici più importanti del paese.

museo delleì belle arti san piov, valenciaSituato in Calle San Pio V, l’edificio che oggi occupa il Museo di Belle Arti di Valencia era in origine il Collegio di San Pio V, fondato nel 1683 dall’arcivescovo Juan Tomas de Rocabertì,  per la formazione dei sacerdoti.

La nascita del Museo è relazionata all’Accademia Reale delle Belle Arti di San Carlo (Real Academia de Bellas Artes de San Carlos) che ebbe l’approvazione del proprio statuto da parte del Re Carlo III nel 1768.

La missione dell’Accademia era di organizzare l’insegnamento delle arti plastiche seguendo il modello dell’Accademia delle Belle Arti di San Fernando di Madrid. All’interno della corporazione si riunì un piccolo nucleo di opere donate da maestri ed alunni, che assieme anche ad altre donazioni di privati, religiosi e organizzazioni, costituirono il primo  importante apporto per il  futuro museo.

Sala Sorolla, museo delle belle arti pio v, valenciaIl Museo di Belle Arti di Valencia, conserva circa 3000 dipinti legati alla storia di Spagna, che, data la provenienza in gran parte religiosa, si concentrano soprattutto su tematiche sacre; le opere vanno dal periodo medievale agli esordi del XX secolo e appartengono a diverse scuole, spagnole ma anche straniere .

All’interno della collezione ci sono alcuni capolavori che valgono da soli la visita; tra questi spiccano le opere di artisti valenciani come Joan de Joanes, Ribalta Vicente Lopez.

Un’intera sala è dedicata a Joaquín Sorolla(1863-1923) il più famoso pittore valenciano, che dipingeva effetti particolari di luce, rifacendosi allo stile impressionista.

All’ interno del Museo di Belle Arti di Valencia troviamo, inoltre, l’unico autoritratto universalmente attribuito con certezza a Diego Velazquez (1650), se eccettuiamo quello di Las Meninas di Madrid. Poi c’è un maestoso San Sebastiano curato da Irene (1630-35) dipinto da José de Ribera e il visionario San Giovanni Battista (1599) di El Greco; nonché opere di Van Dyck, Goya, Murillo e molti altri.

Il Museo di Belle Arti di Valencia è visitabile  da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 20 con orario continuato e ingresso gratuito. Il museo è chiuso il lunedì e il 1 gennaio, venerdì santo e il 25 dicembre.

Per visitare il Museo di Belle Arti San Pio V, la stazione metro più vicina è Alameda, facilmente raggiungibile con la linea 3 e la linea 5 di Metro Valencia. Le linee d’autobus EMT che passano nella zona sono: 1, 6, 11, 16, 26, 28, 29, 36, 79 e 95.

Vieni a visitare Valencia, scopri i migliori musei e quante cose da fare e vedere ci sono in città!