Scopri la street art di Valencia con questo itinerario!

Hai pensato di visitare Valencia, e non sai cosa fare e vedere cerchi un itinerario diverso dal solito?
Ecco un itinerario dei luoghi dove puoi trovare e ammirare graffiti e urban art, creati da diversi Street Artists che hanno reso la città di Valencia un museo all’aperto.

Biglietti Graffiti Tours

Itinerario dei graffiti di Valencia

Il nostro itinerario della street art di Valencia inizia nella Calle Peydro e in direzione Plaza de la Merced, vicino a Plaza del Ayuntamiento, in questa via possiamo trovare i famosi graffiti di Hyuro e Escif.

Hyuro è un’artista nata in Argentina che oggi vive a Valencia, il suo pseudonimo deriva dall’unione del suo nome e il suo cognome, Escif è il maggiore esponente della Street art a Valencia in molti circoli è conosciuto come il Banksy spagnolo.

Oltre a questi grandi artisti, di molti altri si può trovare traccia sulle saracinesche dei locali e negozi e per le strade di Valencia.
L’opera più conosciuta in questa prima tappa è El Furgón Policial di Escif. Quest’opera appartiene a una serie di graffiti in mostra in diverse zone della città che denunciano la brutalità della polizia, la relazione di questa con la politica e danno voce alle proteste dei cittadini.

Continuando lungo Calle Peydro, si arriverà a Plaza Merced; girando per la Piazza si troveranno diversi esempi di 
Street art a Valencia
, tra cui risalta Austeridad di Escif, opera che descrive gli ostacoli che l’austerità impone ai cittadini. Un altro magnifico graffito è Mujeres sosteniendo y siendo parte de la ciudad, è realizzato in toni di grigio ed è il segno distintivo dell’opera di Hyuro, ci invita a riflettere sulla complessità di integrarsi nella società e nella città. Ultima opera della stessa artista è Maltrato animal, in questo graffito vediamo un cerchio di fari che puntano su dei cervi feriti: tutto il mondo vede questo “spettacolo”, ma nessuno si preoccupa di aiutarli.

Uscendo da Plaza de la Merced ed entrando nella Calle Calabazas  troviamo un opera realizzata in collaborazione tra Hyuro ed Escif: un branco di lupi attacca un taxi.

Un post condiviso da Olga Malynova (@mukikl) in data:

Continuando per la Calle Calabazas si potrà visitare il Mercato Centrale, il Mercato della Seta e la Chiesa de los Santos Juanes, una zona insuperabile per fermarsi a fare colazione, merenda o mangiare.

Attraversando Avenida María Cristina e Calle del Trench si troverà alla propria destra Plaza Redonda e a sinistra Plaza Lope de Vega, luogo dove si può ammirare una casa con la facciata fatta a punto croce, frutto di un progetto conosciuto come ArquiCostura, che unisce architettura e arte del cucito valenciana e vuole essere una riflessione sui materiali, le tecniche e le rappresentazioni e con lo scopo di mescolare tecniche di entrambe le discipline creando così un’unica facciata.

Un post condiviso da T E S S (@__tessvanriel__) in data:

Proseguendo questo itinerario della Street art a Valencia fino a calle Numancia, si possono osservare diversi graffiti molto più colorati e luminosi di quelli firmati Hyuro e Escif.
Il tour prosegue nella Calle de la Estameñeria dove si incontrano diversi graffiti dai colori vivaci e con il tocco astratto di Esik, un artista valenciano che iniziò a riempire di colori le strade di Valencia dalla metà degli anni ’90.

Si continua nella Calle de la Purísima e poi nella Calle Calatrava, per prendere Calle de los Valencianos a sinistra dove si potranno osservare alcune opere dell’artista valenciano Cere e di Julieta XLF, entrambi membri del gruppo XLF (Por La Face), presente da 12 anni nelle strade di Valencia con i suoi graffiti.

Un post condiviso da yoyo.gram (@yoyo.gram) in data:

Julieta XLF non avrebbe nemmeno bisogno di lasciare la firma: le sue opere sono facili da riconoscere, i suoi disegni richiamano lo stile giapponese e i suoi graffiti sono pieni di animali fantastici, ragazze dolci, piante e arcobaleni molto caratteristici. Al contrario le opere di Cere sono dominate dai colori grigi, più semplici all’apparenza ma sempre con un messaggio.

La prossima fermata è Plaza del Tossal, alla quale si arriva attraversando la Calle de Alvarez, fino ad arrivare a la Calle Caballeros si deve girare a sinistra per arrivare a Plaza del Tossal. Questa piazza si trova nel pieno del quartiere del Carmen ed è un punto di incontro dove si trovano vari incredibili opere di street art a Valencia. A sinistra si potrà vedere El coche, una semplice rappresentazione di un’auto che sfreccia dal tetto di un palazzo, chiaramente un’opera di Escif e a destra Moisés creato dall’artista italiano Blu. All’altro lato della piazza risalta un’opera astratta intitolata Stop War Victim’s Wall di Fasim, un omaggio alle vittime della guerra dove si può vedere l’influenza della Guernica di Pablo Picasso.

Un post condiviso da laura sauchelli (@lapiccia) in data:

Tornando alla Calle Caballeros e attravesando la Plaza de San Jaime, si arriverà nella Calle Alta e nella Calle Baja, in entrambe si troveranno grandi e bellissimi graffiti su diversi edifici. Nella Calle Baja, un lavoro dell’artista italiano Erica Il Cane, dove si vede un coniglio strangolare un pollo e ai sui piedi una paella: è come se il pollo e il coniglio lottassero fino alla morte per decidere quale dei due sta meglio nella paella valenciana, mentre un gruppo di  persone in toni di grigio mostrano un piatto e aspettano di mangiare.

Un post condiviso da Street Art NYC (@streetartnyc) in data:

Nella Calle Alta si può ammirare il Gran Gato e poco più avanti in plaza de Mossén Sorell, alcuni murales che sembrano prendere vita e catturano la vista di chiunque ci passi davanti.
Si può poi continuare a passeggiare per Calle Corona, dove si potrà ammirare una pianta colorata sulla quale riposa una bambina dall’aria giapponese, senza dubbio un’opera di Julieta XLF. Nella stessa calle abbelliscono le pareti alcuni graffiti di Blu, Eduardo Salvador e qualcuno di Escif.

Nella Calle de la Beneficencia si potranno trovare moltissimi graffiti, di artisti meno famosi ma anche di Julieta XLF. All’incrocio con Calle Ripalda si trovano diversi disegni di Julieta XLF e Deih, un altro street artist spagnolo che per i suoi graffiti si ispira ai fumetti, però a differenza di Julieta XLF, Deih è solito dipingere esseri oscuri, quasi privi di vita, i cui sguardi sono persi nell’infinito, e trasmettono una certa solitudine e violenza. Questo street artist di Valencia continua a evolversi, ispirandosi all’hip-hop senza abbandonare il suo stile libero.

Un post condiviso da goyo vn (@goyovn) in data:

Parallela a calle Ripalda si trova calle Doctor Chiarri, dove si trovano due dei graffiti più grandi, colorati e suggestivi di Julieta XLF.

Attraversando calle de la Beneficencia si troverà calle de Na Jordana, dove è esposta una delle maggiori mostre di Street Art di Valencia, un gran numero di artisti urbani hanno raffigurato la loro immaginazione e il loro saper fare sui muri di questa strada trasformandola in un luogo che gli amanti della street-art non possono fare a meno di visitare: qui potrete trovare semplici disegni, tag complessi ed eleganti e ritratti realisti.

In fondo a Calle de Na Jordana si trova Plaza de Pere Borrego y Galindo, che porta nella Calle Museo, dove si trovano la Casa de los Gatos nel Carmen e la Chiesa dell’Antico Convento del Carmen, continuando per questa Calle si arriverà alla Plaza del Carmen, dove si trova la sede de La Asociación de Ciudadanos Mayores de la Comunidad Valenciana (CIMA), nella cui facciata alcuni graffiti rappresentano i monumenti più importanti della città.

Di fronte alla Plaza del Carmen, lungo Calle Pintor Fillol, si possono osservare varie fotografie artistiche trasformate in enormi manifesti, alcuni graffiti che ritraggono la vita quotidiana degli abitanti di Valencia e automobili classiche dipinte sulle porte dei garage.

Infine, nella Calle Roteros si possono ammirare i messaggi di protesta di Cere, le adorabili bamboline giapponesi di Julieta XLF e dei graffiti che decorano alcune attività presenti in questa strada. Da questo punto consigliamo poi di visitare le Torri di Serranos.

Se volete tornare all’nizio dell’itinerario dei graffiti di Valencia potete prendere le linee 6, 16 e 26 della EMT Valencia, con direzione Plaza del Ayuntamiento e partendo da Calle del Conde de Trénor, e di fronte alle Torri di Serrano.

 

In tutta la città di Valencia si possono trovare innumerevoli e bellissime opere di street art, oltre a seguire il nostro itinerario dei graffiti a Valencia, potete perdervi per le vie della città a cercare i murales più belli e scoprire tutti gli artisti di strada di Valencia!

Un post condiviso da sand (@sand.saule) in data:

Un post condiviso da sand (@sand.saule) in data:

Un post condiviso da Carol B (@aboutcarolb) in data:

Un post condiviso da ramunen (@ramunen) in data:

Un post condiviso da Louise P. 🎀 (@leap39) in data:

Un post condiviso da Love Valencia (@lovevalencia_official) in data: